Raggio: Chiuso
Raggio:
km Inserisci il raggio di localizzazione
Cerca

Piazza del Popolo è luogo nevralgico della vita pubblica faentina, deputato alla politica fin dall’età più antica. La delimitano due portici dall’aspetto elegante e armonico, nonostante siano stati costruiti, rifatti e modificati, in un lunghissimo lasso di tempo, dal 1470 al 1932. Accanto alla Torre dell’’orologio si allunga il Palazzo del Podestà, in origine Palazzo Comunale (il nucleo più antico è del 1177), cuore della prima grande stagione del Municipio Faentino, di cui si ha testimonianza già nel 1030. Il carattere pittoresco che connota il suo attuale aspetto si deve in gran parte ai restauri in stile, ma non mancano resti delle antiche architetture (suggestivi i capitelli figuranti duecenteschi sopra l’arcone dei Beccai).
Di fronte ad esso, il Palazzo del Municipio, costruito nel XIII secolo come residenza del capitano del Popolo, che anche con questo edificio voleva essere, anche simbolicamente, contraltare del Podestà. La struttura divenne in seguito la sede del potere signorile, quindi il palazzo del legato pontificio e infine la dimora del Municipio Faentino. L’aspetto molto eterogeneo richiama proprio le diverse figure di potenti che vi si sono succeduti, dalle più antiche strutture medioevali (soprattutto la Sala del Consiglio, duecentesca), alla facciata tardobarocca su corso Mazzini, risalente al 1770-80.
Speculare a Piazza del Popolo si apre Piazza della Libertà, dominata dalla facciata della Cattedrale e dal singolare portico dei Signori e degli Orefici, realizzato di fronte ad essa nel primo seicento e parzialmente rifatto in stile Liberty. Sotto le sue arcate, date un’occhiata alla Farmacia del Duomo, cha ha mantenuto, anche negli arredi, l’originale aspetto neoclassico. L’elegante Fontana di Piazza, di forme barocche, fu realizzata tra il 1619 e il 1621, negli ultimi anni del pontificato di Paolo V Borghese. E’ proprio in suo che troviamo come elementi decorativi l’aquila e il drago, presenti nell’emblema papale, mentre i leoni rampanti ricordano lo stemma faentino.

Le due piazze adiacenti formano un unico grande ed elegante spazio in cui potrete gustare la vera vita di una cittadina romagnola: i bar in cui sedersi per un caffè, gli eleganti negozi, ma soprattutto, il viavai continuo di biciclette: la bici, in Romagna, si sa, è il mezzo di trasporto per eccellenza!

Orari di Apertura

Lunedì

sempre visitabile

Martedì

sempre visitabile

Mercoledì

sempre visitabile

Giovedì

sempre visitabile

Venerdì

sempre visitabile

Sabato

sempre visitabile

Domenica

sempre visitabile

Chiedi informazioni