La Rocca Sforzesca di Imola è situata ai margini del vasto spiazzo erboso che costituisce il piazzale Giovanni dalle Bande Nere.

Esterno

Di impianto trecentesco, deve il suo attuale aspetto ai lavori condotti dall’architetto Danesio Maineri che nel 1440 trasformò le originali quattro torri quadrangolari in torrioni circolari per motivi difensivi.
Il fortilizio a pianta quadrata era circondato da un ampio fossato ancora visibile su tre lati. Sono ancora visibili sono i due rivellini comunicanti con gli ingressi della rocca tramite ponti levatoi.

Nel corso dei secoli la rocca diventò proprietà delle famiglie che si alternarono al governo della città: in particolare nel 1473 della famiglia Sforza sotto la signoria di Girolamo Riario e della moglie Caterina Sforza.

Interno

Il percorso di visita inizia dalla Sala delle Spingarde posta nel sotterraneo, dove è esposta una collezione di Spingarde, Falconi e Falconetti per la maggior parte del XV e XVI secolo.
Si passa poi al torrione di sud-est dove si trovano le cannoniere dei Riario Sforza, si prosegue nella sala delle armi con collezioni di fucili e moschetti del XVIII secolo per proseguire la visita nell’Appartamento del Capitano che ospita armature, elmi ed armi disposte cronologicamente dal XIV al XVIII secolo.

Proseguendo nella visita si trova la Cappella di Santa Barbara per proseguire all’esterno lungo i camminamenti di ronda sugli spalti, dotati di bocche circolari per le bombarde, di piombatoie di difesa e dei caratteristici merli a coda di rondine.
Il percorso attraversa le torri di nord-est e di nord-ovest e permette una vista completa sul grande Cortile d’Armi e sul Palazzetto detto “Del Paradiso”, caratterizzato da un elegante loggiato, costruito all’interno della loggia come residenza gentilizia .

La torre di sud-est ospita una collezione di ceramiche per lo più del XVI secolo rinvenute durante i lavori di restauro della rocca.

Maggiori info e orari di apertura.

Visualizzazione 1 di 1 di Eventi Futuri

Attiva/Disattiva Filtri
Ordina per
Ordine